la-folla.jpg
Un ragazzo di provincia cresce e va a New York col sogno di diventare ricco e famoso; finisce disoccupato a fare il giocoliere, ma mantiene la famiglia.
Il primo film anni ’20 di questo blog è un classico muto appena pre-Grande Depressione (benché i più avveduti ne avessero già colto le avvisaglie) di uno dei registi più prolifici della golden age del cinema americano. Titolo emblematico: ridi e il mondo riderà con te, piangi e piangerai da solo. I buoni sentimenti si sprecano e il (quasi) lieto fine moraleggiante (imposto dalla Metro-Goldwyn-Mayer) è d’obbligo, ma Vidor non manca di picconare educatamente i secolari miti Usa del self-made-man e del successo a tutti i costi, avvalendosi di un grande attore protagonista come James Murray. Riferimenti stilistici all’espressionismo tedesco. Primo film americano con una scena ambientata in un bagno.

Voto: 7

Advertisements