across-the-universe.jpg
L’inglese Jude arriva a New York in cerca di suo padre, e viene trascinato nel Sessantotto e nella contestazione anti-Vietnam.
Sono evidentemente così i musical degli anni 2000, da “Moulin Rouge”, capostipite di un genere, in giù: ipercitazionisti, videoclippati, frenetici, col montaggio che prevale sulla coreografia. “Across the Universe” è prima di tutto un’operazione meritoria di recupero verso il pubblico giovanile dei classici più classici che ci siano, i Beatles dei quali opportunatamente non si offre un improponibile “best of”, ma una selezione accurata e assennata di chi sa di cosa sta parlando. E perciò: non “Yesterday” ma “Happiness is a warm gun”, non “Eleanor Rigby” ma “Being for the Benefit of Mr. Kite”, non “She loves you” ma “If I Fell”. Certo, l’ipercitazionismo di cui sopra si manifesta nelle forme le più svariate, dal didascalismo vagamente brizziano del chiamare i protagonisti Jude, Lucy e Prudence ai riferimenti per nulla velati alle altre colonne dell’epoca (Jimi Hendrix, Janis Joplin…) Arrangiamenti discreti per performances canore così così, guastate dall’imperialismo pop che pretende timbri vocali tutti pulitini e perfettini. Julie Taymor, regista del già non indifferente “Frida”, si avvale, alla fotografia, di quel geniaccio di Bruno Delbonnel, ben noto ai fan di Jeunet. L’uso/abuso della computer grafica, con effetti ora discutibili (“I want you”) ora di sicuro effetto (la bellissima resa in immagini di “Strawberry fields forever”), riassume i mutamenti del genere: quarant’anni fa lo stesso film avrebbe avuto il tono, più irridente e cazzaro, di uno “Yellow Submarine”. Scena cult: un Bono trasfigurato che sostiene di essere un credibilissimo Walrus.

Voto: 6,5

Trivia
(“If I Fell”, cantata da Evan Rachel Wood, è stata registrata dal vivo sul set, e la ripresa è risultata buona al primo tentativo)
(Il concerto sul tetto che chiude il film è una citazione dell’ultimo concerto live dei Beatles e della loro ultima apparizione in pubblico, registrata sul tetto degli studi della Apple)