brian-di-nazareth.jpg
Brian, figlio di una giudea e di un centurione romano, viene creduto il Messia da un gruppo di persone che ne avevano ascoltato per caso una predica.
Terzo film dei formidabili Monty Python, il gruppo comico che rivoluzionò la comicità britannica e mondiale con il loro “Flying Circus”, trasmesso dalla BBC dal 1969 al 1974 (per intenderci, qualcosa che oggi farebbe fatica ad andare in onda in Italia). La presa in giro e lo sberleffo della materia sacra, all’ordine del giorno nei loro show televisivi, rende del tutto naturale la trasposizione al cinema, in un film soprattutto organizzato in sketches (i migliori: la lapidazione, la prima apparizione di Pilato, il sermone di Brian dalla finestra) che comunque non perdono di vista l’idea generale, splendidamente dissacrante, su cui si fonda l’intera commedia: perché mai i fedeli di Cristo dovrebbero avere più ragione di esistere rispetto agli ipotetici seguaci di Brian? Mette in burletta tutti i fondamentalismi, di qualsiasi genere. Provocò (non solo per questo, ma anche per un nudo frontale di Graham Chapman) un po’ ovunque; anche in Italia, dove uscì nel 1991. C’è anche George Harrison, non accreditato, che si produce in un “Ullo” tipicamente “scourser”.

Voto: 7

Trivia
(I sei attori principali – John Cleese, Terry Jones, Terry Gilliam, Eric Idle, Graham Chapman e Michael Palin – impersonano in tutto quaranta personaggi)
(Il titolo “Brian of Nazareth”, che poi è effettivamente quello della versione italiana, fu scartato dal gruppo per un’eccessiva analogia con lo zeffirelliano “Jesus of Nazareth”, 1977)
(Nella scena in cui Pilato (Michael Palin) provoca il riso involontario dei suoi centurioni, i Monty Python dissero agli attori che impersonavano i centurioni di trattenere il riso, ma non dissero loro cosa avrebbe detto Palin)
(In Irlanda fu vietato per otto anni. Fu inizialmente censurato anche in Norvegia, dove fu reso legale solo l’anno dopo. Di conseguenza, i Monty Python pubblicizzarono il film in Svezia con la frase “Questo film è così divertente che è stato censurato in Norvegia!”)

Annunci