il-dolce-domani.jpg
L’uscita di strada del pulmino che portava a scuola tutti i bambini del luogo sconvolge la popolazione di una cittadina della Columbia britannica. Un avvocato cerca di far ottenere ai genitori il giusto risarcimento.
Il film più celebre di Atom Egoyan, egiziano di genitori armeni trapiantati in Canada, quello che gli ha dato la notorietà internazionale. Dramma originale, trattenuto e gelido – non solo atmosfericamente – sulla cognizione del dolore e sull’elaborazione del lutto; l’incomunicabilità tra gli abitanti di Sam Dent e l’avvocato di città, per lui sorprendente perché convinto di essere loro ancora più vicino in quanto genitore disperato, è insieme verosimile e sconcertante perché sopravvive nonostante una buona causa, delle maniere gentili e un’umana e sincera comprensione per i parenti delle vittime. Ian Holm è magnifico, ingiustamente privato della nomination all’Oscar, e mette in ombra il resto del cast. La glacialità della messa in scena impedisce di addentrarsi più in profondità nella malinconia dei personaggi principali e dei loro “cuori in inverno”.

Voto: 7

Trivia
(La curiosa maschera indossata dalla stenografa nella scena dell’interrogatorio di Nicole è per l’appunto una maschera da stenografo, che serve a questi per registrare la propria voce durante le deposizioni)


Annunci