w
La vita non molto straordinaria di George Walker Bush, quarantatreesimo presidente della storia degli Stati Uniti d’America.
A tredici anni dal superbo “Nixon”, Oliver Stone ha così dovuto e voluto rispondere all’urgenza di un film-bilancio sul presidente più discusso e bistrattato della storia recente del suo Paese. Ne è uscito un instant-movie annacquato, pasticciato e frettoloso, che derubrica colpevolmente macchiette alcuni personaggi-chiave della vita e dell’amministrazione Bush (la petulante madre Barbara, il sempre contrito Colin Powell, le figurine rappresentate da Rumsfeld e Condoleezza Rice); il confronto col film del 1995 è impietoso, proprio perché lì si aveva impressione di essere davanti a una storia di esseri umani (alcuni anche scespiriani nella loro mediocrità), mentre qui la sfilata di facce e nomi rimane impressa tanto quanto il testo di un articolo di cronaca politica cui è stata lanciata una rapida e distratta occhiata. Tutto è sommamente grigio e televisivo, le stesse inquadrature sono banali e stiracchiate, l’unico graffio d’autore arriva verso il finale con la visita di George e Laura ai feriti dell’Iraq; quello che altre volte veniva non detto ma semplicemente evocato attraverso metafore ed altri espedienti narrativi, qui è esposto nella maniera più sciatta e convenzionale. Si dirà: la statura morale di Bush è talmente bassa che la didascalia – persino greve: il famigerato incidente domestico del salatino – è l’unica forma retorica in grado di catturarla compiutamente; ma è anche vero che adagiarsi mollemente alla Storia invece di reinterpretarla criticamente, per ragioni soprattutto di box office, è peccato grave per un perfezionista come Stone, che qui si è limitato a fiutare l’aria del cambiamento e sfruttarla per ragioni di vil danaro.

Voto: 5

Trivia
(Christian Bale era stato originariamente scelto per il ruolo del protagonista, ma fu costretto a rifiutare. Il ruolo di George Bush padre fu offerto anche a Warren Beatty e Harrison Ford. Robert Duvall fu considerato per la parte di Dick Cheney)
(Il padre di Josh Brolin, James Brolin, interpretò nel 2003 il ruolo di Ronald Reagan nella serie tv “The Reagans”)

Advertisements